ERRECI

Efficienza energetica

Erreci ti può aiutare a risparmiare consumando meno!

I nostri tecnici sono sempre a disposizione per trovare le migliori soluzioni di efficientamento energetico che hanno anche diritto alle agevolazioni dei certificati bianchi:

  • Sostituzione dei sistemi di illuminazione con nuove tecnologie a led

  • Sostituzione di motori elettrici con nuovi controllati ad inverter

  • Verifica dei sistemi di rifasamento

  • Valutazione economica dei sistemi di cogenerazione e trigenerazione

  • Impianti fotovoltaici

L’impianto fotovoltaico consente di produrre energia elettrica utile per scopi domestici o industriali attraverso la conversione dell’energia solare in energia elettrica.

I principali componenti sono:

  • Pannelli fotovoltaici (in silicio monocristallino, policristallino, amorfo, telloruro di cadmio etc.), questi captano l’energia solare e la trasformano in energia elettrica in corrente continua.
  • Inverter, che converte l’energia in arrivo dai pannelli in corrente continua in energia elettrica in corrente alternata 230/400V – 50 Hz, per consentirne l’utilizzo ai fini domestici o industriali.
  • Contatore dell’energia prodotta, misura tutta l’energia prodotta dall’impianto. Indispensabile perchè sulla base di queste misure il GSE eroga gli incentivi per 20 anni di tempo.
  • Contatore dell’energia scambiata. Il Vostro attuale contatore verrà sostituito con un contatore “bidirezionale” in grado di misurare non solo l’energia che prelevate dalla rete ma anche quella che viene immessa nella rete quando il Vs. impianto fotovoltaico eroga una potenza superiore a quella che l’abitazione sta consumando.

Quando l’impianto FV produce energia, se i consumi dell’abitazione sono superiori, allora tutta l’energia prodotta sarà consumata, diversamente se i consumi dell’abitazione sono più bassi della produzione, allora la differenza tra il prodotto e il consumato sarà immesso in rete. E’ per questo motivo che diventa indispensabile montare un contatore bidirezionale al posto dell’attuale contatore di prelievo ovvero per misurare quanta energia viene immessa in rete. Infatti, grazie al contratto di scambio sul posto, il cliente riceverà un rimborso per l’energia prodotta e non consumata.
Facciamo un esempio:
Ipotizziamo di avere un impianto da 4 kWp. In un certo momento della giornata questo impianto sta producendo 3 kW di potenza elettrica mentre i consumi dell’abitazione sono pari, nello stesso momento, a 1 kW.
Succederà allora che dei 3 kW prodotti, solo 1 sarà consumato dal cliente e gli altri 2 saranno immessi in rete e contabilizzati.
3 kW (produzione)- 1 kW (consumo abitazione) = 2 kW (immessi in rete).
Diversamente se i consumi aumentano fino a 4 kW e l’impianto continua a produrre 3 kW, allora tutta la potenza erogata dall’impianto sarà consumata dal cliente e in più preleverà 1 kW dalla rete elettrica.
3 kW (produzione) – 4 kW (consumo abitazione) = -1 kW (prelevati dalla rete)
Un effetto immediato dell’impianto fotovoltaico è l’aumento della potenza disponibile durante le ore di sole, grazie all’impianto FV ho a disposizione tutti i kW prodotti più quelli contrattuali con il Distributore. Installando un impianto da 3kW, nelle ore di maggior irraggiamento posso consumare fino a 6 kW (6,3 considerando le tolleranze) senza far intervenire l’interruttore limitatore.